logo 000

LAURENZIANA BASKET Firenze  

laurenziana 

Staff 3.0
Area Tecnica: i coachs
Area Mentale/Relazionale Dott.ssa Cristiana Conti
Area Fisica:......

Tommaso Paoletti ci presenta il nuovo volto dello staff biancorosso:
"Abbiamo fatto un altro grande colpo,
un altro innesto che ci permetterà di migliorare e implementare il lavoro con i nostri tesserati.
Erano già un paio di stagioni che sentivo la necessità di inserire in società un preparatore fisico e grazie a una serie di circostanze quest'anno siamo riusciti ad accordarci con uno dei migliori preparatori della Regione: Carlo LaFace.
Questo nuovo innesto è la dimostrazione concreta e tangibile che la Laurenziana vuole continuare a crescere puntando forte sui migliori professionisti, investendo sulle competenze e sulle persone".

Di seguito l'intervista a Carlo LaFace:
Ciao Carlo, la Laurenziana ha appena ufficializzato il tuo ingresso nello staff tecnico, come mai hai deciso di accettare l'offerta dei biancorossi?
Perche' era l'unica società fiorentina di pallacanestro per la quale ancora non avevo lavorato...!Seriamente, perchè ho il piacere di ritrovare degli amici come Enrica Niccolai, lei fu il mio primo "Tutor", trasmettendomi valori importanti come la professionalità nel lavoro e dal punto di vista umano nel mettere la passione in tutto quello che si fa; mentre con Tommaso Paoletti abbiamo lavorato diversi anni insieme sia nel maschile che nel femminile, abbiamo la stessa visione di come deve essere gestita una squadra, Coach sempre aggiornato e all'avanguardia nell'attuare tecniche di allenamento innovative.

 

Cosa vuol dire per te la parola staff e da fuori come hai visto lo staff Laurenziana?
Lo staff è un'insieme di persone che si muovono all'unisono, collaborazione,lealtà,serietà,onestà e metto per ultima professionalità non meno importante ma la devo dare per scontata, sono le caratteristiche che deve possedere uno staff competente.
Sinceramente solo le figure di Tommaso ed Enrica sono una garanzia per tutto il progetto.

Seguirai direttamente i gruppi dal 2006 al 2002, forse è una delle prime volte che una società investe su un preparatore per lavorare anche sul minibasket, spiegaci il perchè di questa scelta.
Sono strafelice di allenare dei gruppi cosi giovanissimi e vuol dire che stà iniziando a cambiare qualcosa nel movimento della pallacanestro, anche se tutti dicono che è importantissimo proporre una preparazione fisica per i più piccoli ma poi sono in pochi ad attuare un progetto del genere su ampia fascia.
Allenare dei ragazzi cosi giovani e così motivati è fondamentale, prima di parlare delle caratteristiche fisiche, sviluppo armonico e tonico di tutto l'organismo, sono prioritarie quelle mentali-cognitive; insegnare a saper gestire la fatica, avere la dedizione e passione nel praticare una disciplina sportiva e sapere mantenere fede ad un'impegno sono valori fondamentali di ogni "piccolo uomo", e il preparatore in questo può completare il lavoro fatto dal coach.

Con i gruppi più grandi dal 2001 fino ai 1997 invece farai da consulente ai coach e terrai durante l'anno degli incontri con lo staff. Come pensi di coordinare questa attività?
Ci saranno 3-4 macro-incontri durante l'anno con tutto lo staff per capire da che punto partono i ragazzi, quali sono gli obiettivi dei coachs e concordare 2-3 obiettivi prioritari da raggiungere a fine anno.

L'esperienza con la Virtus Siena, con cui hai vinto anche scudetti giovanili, potrà essere di stimolo ai ragazzi con cui lavorerai ?
Per fare chiarezza, ho vinto solo uno scudetto con l'under 17 ecc annata '94-'95 con una delle squadre più forti degli ultimi 20 anni di pallacanestro giovanile e due secondi posti, entrambi inaspettati e forse hanno più valore per il risultato finale. Allenare ragazzi come Tessitori Amedeo, Imbrò Matteo, Bianconi Corrado, Severini Luca, Pascolo Marco, Oliva Pierfrancesco, Reali Marco, Cucco Marco, Martino Andrea, etc. e vederli arrivare ai massimi livelli della pallacanestro nazionale e internazionale è fonte di grandissima gratificazione personale, e sinceramente sono tante le cose che anche loro mi hanno insegnato, poichè alcune situazioni non sono scritte sui libri di scuola ma si possono imparare solo sul campo.Queste esperienze mi hanno fatto vivere delle emozioni uniche,vincere aiuta a vincere e spero di poter trasferire questa mentalità ai miei ragazzi!

In questi anni la società Laurenziana ha investito molto nella formazione del proprio staff, basta pensare alla figura di Vincenzo Carlà e ad altre novità che sono in cantiere.
In questi anni molti giovani dal 2000 al 1997 hanno iniziato a fare gli istruttori minibasket, pensi che la tua figura potrebbe essere di stimolo a qualche giovane ragazzo che in futuro voglia intraprendere la figura di preparatore.

Credo proprio di si, è stata da stimolo per ragazzi più grandi come Diego Alpi e Giulio Bruni, figuriamoci per i più piccoli; io ho due figli, non dimentichiamo che prima di tutto siamo degli educatori e quindi siamo da esempio nel BENE e nel male.

Sostieni Laurenziana Basket

Laurenziana presentazione Stagione 2017/2018

16 Memorial G di Lorenzo 16/17 Set 17

Guida Compilazione Referto

5 Mem. Innocenti 14/15 Ott 17

Guida Referto Minibasket

cortedeineri

 

angies publevanitaprofumerie

saverio parisi

lefonticine

 Boscherini Lorenzo 2016

boscherini

 

 expomeeting

 

 sanDonato

 

 

 

                                        

 

misquipiovaccari

 

Next Holding

citti

tecnocori

planet

sidda

armonia residenzevivoli

      nrg