logo 000

LAURENZIANA BASKET Firenze  

laurenziana 

piramide alimentare

La Dieta Mediterranea e la Piramide Alimentare

 

 

 

Basta! Da lunedì sono a dieta. Ho cominciato oggi la nuova dieta. Mi hanno detto che con quella dieta si perde peso molto in fretta. Mi serve una dieta per la pancia. Quella persona dovrebbe proprio mettersi a dieta. Io è una vita che faccio diete. Ho comprato un nuovo libro tutto di diete. Io a dieta? Mai! Anche se…”Anni fa era quasi un tabù, oggi non solo è stata sdoganata, ma capita continuamente di sentirne parlare.

Anni fa era quasi un tabù, oggi non solo è stata sdoganata, ma capita continuamente di sentirne parlare.

Nella nostra società si è fatta largo, ormai da qualche anno, la così detta “cultura del benessere” parallelamente alla sempre maggiore attenzione rivolta all’estetica e alla ricerca della perfezione fisica. Sui social networks impazzano le mode alimentari. Nelle palestre, sulle riviste, nei centri benessere e perfino dal parrucchiere è facile ricevere aggiornamenti sulle ultime novità in fatto di alimentazione. Se da un lato questa crescente curiosità è la chiave per migliorare la propria salute, dall’altro lato, però, è facile cadere preda di false aspettative o informazioni inesatte.

Innanzitutto, cosa vuol dire davvero la parola dieta?

Difficile da credere, ma viene dal greco “δίαιτα” e significa “modo di vivere”. Alla base della vita vi è infatti il nutrimento, così come vi sono l’esercizio fisico e la convivialità.

Successivamente questa parola ha acquisito l’accezione “prescrittiva”, talvolta negativa, con cui la intendiamo oggi. Laddove non vi siano patologie specifiche, è senza dubbio più corretto considerare la dieta come un insieme di buone abitudini da “indossare” ogni giorno secondo i propri gusti e le proprie necessità, invece che come una prescrizione rigida finalizzata ad uno scopo da perseguire in tempi brevi. Inutile dire che raramente seguire la dieta del momento è la scelta più salutare.

Sono centinaia i modelli alimentari da cui trarre ispirazione, quindi come orientarsi in questa giungla di raccomandazioni per essere certi di non sbagliare? L’Organizzazione Mondiale della Sanità, deputata alla sorveglianza delle condizioni di salute dell’individuo, oltre a promuovere lo sport e l’esercizio fisico, sostiene le regole alimentari di base della Dieta Mediterranea. La Piramide Alimentare è la rappresentazione grafica di questo modello. La Nuova Piramide Alimentare, riportata in figura, ne è versione grafica più recente. Gli alimenti che compongono un pasto principale sono alla base e, via via a salire, si trovano gli altri alimenti necessari a completare il pasto, distribuiti a seconda della frequenza di consumo consigliata, giornaliera o settimanale. Alla base della piramide vi sono l’attività fisica, la convivialità del pasto, il criterio di stagionalità dei prodotti e l’importanza del consumo dei prodotti locali.

La dieta mediterranea si concentra sulla scelta degli alimenti più che sull'aspetto calorico, ma la sobrietà delle porzioni costituisce comunque un elemento imprescindibile.

I princìpi più importanti della dieta mediterranea sono:

  • Abbondanza di cibi di origine vegetale: frutta, verdura, cereali (preferibilmente integrali)

  • Utilizzo dell’olio d’oliva come principale fonte di grassi

  • Maggiore consumo di proteine vegetali rispetto a quelle animali

  • Consumo quotidiano di formaggi e/o yogurt, ma in quantità limitate

  • Pesce, carne bianca, uova: da alternare nella settimana

  • Consumo moderato di alimenti ricchi di zuccheri e di grassi saturi come dolci o patate

  • Consumo di carne rossa piuttosto limitato, circa una volta al mese

  • Drastica riduzione del consumo di: insaccati, super alcolici, zucchero, burro, formaggi grassi, maionese, sale, margarina, carne bovina e suina (specie i tagli grassi), strutto.

La dieta mediterranea è un ottimo esempio di dieta equilibrata con un apporto adeguato di antiossidanti e polifenoli e fornisce tutti i nutrienti necessari. Protegge inoltre le cellule dallo stress ossidativo, pertanto è adeguata sia nella fase della crescita che nella pratica sportiva. Diversi studi hanno dimostrato che in caso di sovrappeso consente di ottenere un calo ponderale e una riduzione degli eventi cardiovascolari ed è in grado di promuovere una vita longeva e ridurre l’insorgenza di tumore.

Durante l‘anno vedremo insieme come comporre una giornata alimentare secondo questo modello e come adattarlo alle esigenze della vita quotidiana dei ragazzi e agli impegni sportivi.

5 x 1000

Sostenere la A.S.D. LAURENZIANA BASKET 

è semplice e non costa niente

codice fiscale 

dell' A.S.D. LAURENZIANA BASKET   06085780481

Calendario Partite

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Guida Compilazione Referto

Mailing List

Guida Referto Minibasket

Merchandising

cortedeineri

 Boscherini Lorenzo 2016

boscherini

citti 

 

 

 

 

 

                                levanitaprofumerie         saverio parisi

EKAMANT    aperosa

 

misquipiovaccari

Le briciole di pane by F.Faldi

Martedì, 23 Maggio 2017
Il peso non è tutto by F.Faldi
Giovedì, 27 Aprile 2017
Ciocco-Pasqua by F.Faldi
Mercoledì, 05 Aprile 2017
Intollerante al lattosio? by F.Faldi
Venerdì, 24 Marzo 2017
La dieta senza.... by F.Faldi
Giovedì, 09 Marzo 2017
Un biscotto tira l'altro by F.Faldi
Venerdì, 10 Febbraio 2017
Trucchi per tutti By F.Faldi
Mercoledì, 11 Gennaio 2017
Cosa mangio prima di giocare ? by F.Faldi
Giovedì, 08 Dicembre 2016
Acqua in bocca ! by F.Faldi
Mercoledì, 09 Novembre 2016
Idee per la merenda by F Faldi
Martedì, 25 Ottobre 2016
Il Mattino ha l'oro in bocca by F.Faldi
Martedì, 11 Ottobre 2016
L’amore per la “BUONA” cucina
Giovedì, 08 Settembre 2016
Perchè una dietista in squadra by F.Faldi