logo 000

LAURENZIANA BASKET Firenze  

laurenziana 

 cristiananews2

Pronti,partenza,via.  by Cristiana Conti

 

Settembre. Ricominciano gli impegni: casa, lavoro, scuola, sport, attività correlate e la necessità di coordinare le varie cose rispettando le esigenze di tutta la famiglia.

L’impatto di questa ripartenza è ovviamente soggettivo, ma, in genere, il rientro dalla pausa estiva è sempre un piccolo shock; gli impegni che sopraggiungono e i ritmi che incrementano possono farci sentirci un pò spaesati, con un’energia più bassa e un maggiore livello di stress. Dopo le vacanze ci si rimette “in assetto” e l’organizzazione del quotidiano richiede del tempo, ma anche delle accortezze. Come ci si può avvicinare agli adattamenti richiesti senza stressarci troppo e cercando di ripartire nel miglior modo possibile?

 

Ecco alcuni punti da ricordare:

·Consapevolezza Per il nostro copro non è facile adattarsi a cambiamenti d’orario e a nuove abitudini, inoltre passare da un periodo di riposo ad uno denso di responsabilità è senza dubbio almeno un pò faticoso. Non dimentichiamocelo mai e non dimentichiamo che questo riguarda tanto i più grandi che i più piccoli: anche per i bambini, tornare alla quotidianità dopo un periodo più o meno lungo  libero dai impegni, non è facile. Da adulti, dare il buon esempio ponendosi dinanzi ai nuovi impegni con un atteggiamento favorevole e positivo è molto importante!

·Pensare che i cambiamenti sono normali Ogni settembre ci troviamo dinanzi a delle modifiche che possono destabilizzarci. Comprensibile…ma …alcune cose è normale che cambino! Nello sport, soprattutto se ci riferiamo all’attività giovanile, dobbiamo riconoscere che i cambi di orari di allenamento o i cambi di struttura ad inizio stagione sono generalmente la norma (ricordiamo, ad esempio, che le Società hanno generalmente dei margini decisionali piuttosto bassi rispetto alla concessione degli spazi di utilizzo delle strutture). Tutto ciò per il genitore spesso si traduce nel dover pensare ad una nuova organizzazione a livello logistico (ad esempio i pasti, o i trasferimenti da una parte all’altra), che richiederà del tempo, ma che è importante non vivere come un problema insormontabile: è utile confrontarsi con gli altri genitori, magari della stessa squadra o di qualche anno in più, con la Società e darsi del tempo per trovare le nuove routine

·Programmare..nel breve e con gradualità Anche a livello mentale la ripresa non è immediata, spesso si dimenticano le cose e la distrazione è frequente. Importante è segnarsi appuntamenti, definire priorità ma senza proiettarsi troppo sul futuro: la cosa migliore per ripartire è affrontare i cambiamenti fronteggiando le cose giorno per giorno.

·Impostare dei buoni ritmi Si al ritorno a delle regolarità, al riprendere un ritmo più salutare per rinnovare le energie fisiche e mentali. Come sempre un aiuto importante ci viene dai cicli sonno–veglia (ok al riabituarsi gradualmente ai consueti ritmi di sonno)

·La novità è anche possibilitàIl cambiamento è anche per definizione un nuovo inizio. Ad esempio, si possono far sperimentare ai nostri piccoli atleti delle conquiste in autonomia, sempre considerando che ogni età ha le proprie sfide e il proprio grado di responsabilità.

Calendario Partite

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Guida Compilazione Referto

Mailing List

Guida Referto Minibasket

Merchandising

cortedeineri

 Boscherini Lorenzo 2016

boscherini

citti 

 

 

 

 

 

                                levanitaprofumerie         saverio parisi

EKAMANT    aperosa

 

misquipiovaccari